martedì 31 luglio 2012

Le prime immagini ed informazioni sul Vikos 22

Vikos 22 di Sergio Lupoli, dal Centro Nautico Perina
Grazie ad Aurelio che me lo ha gentilmente segnalato, ecco le prime immagini ed informazioni del VIKOS 22 di Sergio Lupoli pubblicate dal Centro Nautico Perina. Ne avevamo già parlato, Novità 2012, VIKOS 22 di Sergio Lupoli Yacht Design, ma ora abbiamo anche il prezzo: 14990 € IVA esclusa. Questo significa che questa sarà una barca da crociera e carrellabile che si potrà acquistare, alla boa, per una cifra di poco superiore ai 20000 €. Davvero bella ed interessante, guardate che abitabilità!

Vikos 22 di Sergio Lupoli, dal Centro Nautico Perina


lunedì 30 luglio 2012


Vento e sventolate


Mattinata ideale quella di oggi, in mezzo tra due "sventolate" c'è stato quel venticello giusto tra sei e otto nodi ideale per noi due, FOTO, insomma tutto come previsto!
Infatti durante la tromba d'aria di ieri a Foligno sul lago si sono avuti 35 nodi di vento, mentre oggi pomeriggio ne erano previsti una quindicina. 
E' andato tutto bene finché all'ora del rientro ho visto incupirsi il lago verso ponente, nessun'altra avvisaglia, solo un verde più intenso che avanzava; ho fatto in tempo a tirare tutto giù, ad accendere il motore e via verso il porto turistico dove ho avuto qualche difficoltà nell'ormeggio a causa delle forti correnti che si erano create.
Comunque è stata una mattinata bellissima, sempre più convinti che la passeggiatina sia il miglior modo per noi di fare vela, nessuna fatica, poco impegno economico, divertimento allo stato puro e sempre assicurato. 
Regate e crociere per ammazzarsi di fatica e svuotare il portafogli, e chi ce lo fa fare?


domenica 29 luglio 2012


Lo scivolo di Pesaro


Visualizzazione ingrandita della mappa

Siamo nella Calata Caio Duilio di Pesaro dove ho scoperto uno scivolo grande e ben fatto, c'è sì la catena ma anche un bel cartello con scritto "scivolo barche" con l'immagine di una barca a vela pronta per essere messa in acqua, quindi suppongo che qualcuno disponibile ad aprire quella catena ci sarà senz'altro.

Altre informazioni le potrete trovare su:


venerdì 27 luglio 2012


martedì 24 luglio 2012

La fisica della vela e i suoi misteri


Uno dei più grandi difetti che abbiamo noi velisti è quello di voler dimostrare a tutti di saperne una più del diavolo,  il più delle volte annoiando con interminabili e noiosissimi resoconti di navigazioni, quasi sempre illeggibili o inascoltabili, spessissimo anche con sciorinamenti tecnici che comprendono tutto lo scibile umano, dalla fisica, alla meteorologia fino alla meccanica. Invece sembra proprio che di cose da scoprire su questi argomenti ce ne siano ancora molte, è quello che si cerca di spiegare in questo interessante video.


lunedì 23 luglio 2012


Spartiacque, la cattedrale sull'acqua

Canoa e bici, dal blog Spartiacque
Spartiacque, la cattedrale sull'acqua, un'avventura tutta da seguire su RAI5 Replay.

"UN VIAGGIO NELLO SPAZIO E NEL TEMPO, un percorso di risalita attraverso la natura, alla ricerca delle tracce ancora vive della storia ........... Nel corso di quattro puntate il regista-viaggiatore Guido Morandini, ripercorre il tragitto fatto dal marmo con cui fu costruito il Duomo di Milano, utilizzando un’'antica barca detta "“barcé"”, che ha solcato il Ticino per secoli, e una speciale bicicletta. Un modo per rivivere la storia delle materie prime e la loro metamorfosi in opere d'arte, risalendo il tempo e le vie fluviali. ........... Il viaggio di “Spartiacque” tra il Lago di Lugano e quello di Como, cerca di scoprire cosa sia rimasto di questa grande tradizione. Il viaggio parte da Valenza, navigando sul Po e lungo il Ticino, per poi deviare alla volta della darsena di Porta Ticinese a Milano. L’'avventura continua percorrendo all'’inverso la via che fecero i marmi usati per edificare il Duomo di Milano, fino alle cave di Candoglia, in Piemonte........... Per concludere, in compagnia della nuova opera, si attraversano il Lago di Como, l’'Adda e il Naviglio della Martesana, arrivando finalmente a Milano."  Da RAI5

Canoa e bici, dal blog Spartiacque
Metteteci una vela e Sailonbike sarà lo sport più bello del mondo!


domenica 22 luglio 2012

Rampe e scivoli



Ho riattivato la visualizzazione delle rampe e scivoli su Google Maps. Intendo precisare che:
  • lo scivolo è un servizio portuale come un altro, spesso soggetto a limiti e/ o manutenzioni. Contattare sempre la Capitaneria di porto prima del suo utilizzo;
  • le informazioni riportate in questo sito sono personali e non ne è garantita la veridicità;
  • gli scivoli sono stati inseriti sulla base di esperienze personali passate, a volte vissute decenni fa, o di segnalazioni da parte di conoscenti o della semplice consultazione di siti cartografici come Google Maps, Marinas.com, dove gli scivoli sono visualizzabili tramite foto aeree, Bing Mappe ed infine le informazioni riportate sul Portolano di Pagine Azzurre in cui è indicato se lo scivolo è presente e disponibile oppure no;
  • nel Portolano di Pagine Azzurre sopra citato sono riportati i numeri di telefono a cui far riferimento per l'utilizzo di tutti i servizi portuali necessari quali scivoli, gru e parcheggi;
  • questa directory degli scivoli non ha nulla a che vedere e non fa riferimento ad altre directory ben più precise e blasonate di altri siti web che per correttezza non apro da anni.



sabato 21 luglio 2012

Lo scivolo di San Feliciano sul Trasimeno


Visualizzazione ingrandita della mappa

San Feliciano è proprio un bel posticino e mi dicono che c'è un ristorante dove si mangia dell'ottima anguilla al tegamaccio. Per chi fosse interessato ecco la ricetta: Ricette da Taccuini Storici

Anguilla al tegamaccio, dal sito  Taccuini Sorici
Ma la cosa più importante è che da questo scivolo, comodo e facilmente accessibile, si può raggiungere l'Isola Polvese anche con una piccola barca o una canoa a vela.

I fiori e la natura della Polvese sono meravigliosi


giovedì 19 luglio 2012

Ocèanix TS, bateau de petit croisiere còtière familiale

Oceanix TS, immagine tratta da Oceanix
E' formidabile questa presentazione "Ocèanix TS, una barca per la piccola crociera costiera familiare". L'Oceanix TS è un veliero carrellabile progettato verso la metà degli anni sessanta dal più grande degli architetti navali, J.J. Herbulot e prodotto in centinaia di esemplari dal cantiere francese Le Prairie. Pensate, pur non arrivando a sei metri di lunghezza possedeva due cabine e quattro posti letto e la sua linea estremamente originale verrà ripresa negli anni successivi per barche molto più grandi.

Oceanix TS, immagine tratta da Oceanix
Anche se tutte le informazioni su questa bellissima barca e molto altro le potrete trovare sul sito a lei dedicato, Oceanx TS, ne riassumo le caratteristiche tecniche principali:
Lunghezza: 5,60 m
Larghezza: 2,18 m
Pescaggio: 0,35 - 1,22 m
Peso a vuoto: 750 kg
Peso deriva mobile: 160 kg
Sup. velica: 15 mq
Cuccette e persone trasportabili: 4
Null'altro da dire se non la solita osservazione, perché è stato abbandonato?

Il varo dell'Oceanix, dal sito Forum-Bateau in cui se ne parla
Dimenticavo, il primo modello, quello originale "l'ancient" è davvero il più bello.


I luoghi e le distanze del Trasimeno


Per chi non lo sapesse il Trasimeno è il quarto lago italiano per estensione, ha un perimetro di 54 km ed una superficie di 124 Kmq. La sua profondità massima è di circa 6 metri. Non è facile rendersi conto delle distanze che si devono percorrere e visto che un amico me l'ha chiesto ho riassunto la situazione indicando quali sono i luoghi più significativi e le distanze in miglia per raggiungerli. Questo è il file di Google Earth che si può scaricare. I luoghi e le distanze del Trasimeno. Una volta avevo provato a fare anche una batimetrica del Trasimeno, per quello che può servire visto che il suo livello non è per nulla costante.




mercoledì 18 luglio 2012

Regime di brezza

Io che regolo la randa
Le previsioni locali, sia sul web che alla tele, erano state categoriche: regime di brezza. Purtroppo però di brezza non se n'è proprio vista, giusto qualche refolo che ci ha fatto volteggiare piano fino a circa un miglio da Castiglione del Lago. Comunque siamo stati bene e la passeggiatina ci è piaciuta lo stesso. Unica nota dolente la solita figuraccia appena arrivati in darsena, Elena è stata punta da un'ape, non vi dico le scene di dolore e disperazione. Riassumiamo, la volta prima ero partito con la barca ancora legata al pontile, quella prima ancora mi ero dimenticato la benzina, quella prima un ragno sulla gamba ..... insomma quando ci vedranno arrivare cominceranno a staccare i biglietti. Per il resto sempre una meraviglia il nostro lago e la nostra barchina.
Abbiamo rivisto il Comet 26, davvero bello.

Il Comet 26
Per vedere altre foto sono nella FOTOGALLERY. In darsena abbiamo fotografato anche il mitico Microchallenger, una barca che merita.

Il Microchallenger ormeggiato in darsena a Castiglione del Lago
Via, anche questa volta mi sono meritato il bacio di Elena.

Bacio in autoscatto in barca ... un po casto!


lunedì 16 luglio 2012

Bravo come un Hobie

Hobie Bravo, dal sito Hobiecat
Sempre di più "marinas free" le barche di cui mi piace parlare e sempre di più "ibridi" che, per un motivo o per un altro, offrono prestazioni e comodità che i monotipi classici non possono raggiungere. Questo Hobie Bravo, per esempio, ha le caratteristiche di un catamarano e la comodità di una deriva per non parlare poi di tutta una serie di accorgimenti tecnici che lo rendono facile, sicuro, competitivo, divertente, maneggevole ed economico.

Hobie Bravo, dal sito Hobiecat
Queste sono le sue caratteristiche tecniche principali:
Lunghezza: 3.65 m
Larghezza: 1.35 m
Pescaggio: 0.23
Sup. velica: 7.99 mq
Peso: 88, 45 kg
Carico max: 181 kg (2 adulti)
Prezzo: dovrebbe essere compreso tra i 3000 e i 4000 $ che normalmente tra tasse e costi si trasformano in €.
Come potete vedere dal filmato sicuramente di rilievo è da notare la randa completamente rollabile e la facilità di attrezzaggio grazie all'assenza delle sartie, strallo, etc. Insomma davvero interessante ma soprattutto divertente come tutto ciò che è semplice, facile ed economico.


domenica 15 luglio 2012

Il porto spiaggia di Marina di Pietrasanta

Immagine elaborata su MapChannels

Scrissi a Franco Bechini per avere suggerimenti sul mio sito poco prima della sua scomparsa, nonostante tutto mi rispose con la sua proverbiale cortesia e sagacità. Lo ricordo ancora volentieri, nel mese di luglio, con una bella vista del suo porto spiaggia e dello scivolo a lui stesso intitolato: I luoghi della piccola nautica: Marina di Pietrasanta


sabato 14 luglio 2012


venerdì 13 luglio 2012


giovedì 12 luglio 2012

Come costruirsi un "trailer" per la bici

Carrello per bici autocostruito, foto tratta da Gadget Wired
Fantastico questo trailer per bici autocostruito presentato nel Blog di Gerry Lauzon, Howtofixbikes. E' esattamente come lo sto realizzando io per poterci trasportare un cat o una deriva gonfiabile e fare Sailonbike. QUI potrete trovare qualche foto in più, oltre che su Gadget Wired dove l'ho trovato..

Il pianale del mio futuro trailer per bici già pronto


mercoledì 11 luglio 2012


martedì 10 luglio 2012

Termiche, amiche o nemiche sempre da temere

Termica pomeridiana tra l'Isola Maggiore e Minore
Quanto accaduto ieri al Trasimeno in prossimità dell'Isola Maggiore mi ha fatto riflettere sulla titubanza che ho avuto in questi giorni ad uscire in barca. Certo per i velisti esperti la termica è una manna, si cazzano ben bene le vele e si parte a tutta birra, ma non per me ed il mio equipaggio, Elena. Avevamo parlato in precedenza di questo argomento, I cinque segreti di una termica e, come appurato nella teoria, in questi giorni abbiamo constatato nella pratica che il grandissimo caldo unito alle acque basse del Trasimeno hanno creato turbolenze pomeridiane alle quali probabilmente molti velisti o vacanzieri hanno dato poca importanza ma che in questa circostanza sono state fatali. In prossimità del canale dell'Isola Maggiore, per esempio, si sviluppa un corridoio in cui le correnti possono diventare molto forti, anche il vento si incanala ed essendoci poco spazio per manovrare la "strambata" involontaria è pressoché assicurata. Una volta nell'entrare nel canale dalla parte di Castiglione del Lago in direzione Tuoro si sviluppò una corrente così forte che riuscì a malapena a tenere fermo il timone di Aspirina che cominciò a vibrare paurosamente, feci appena in tempo ad ammainare le vele e ad accendere i motore altrimenti avrei rischiato di schiantarmi contro l'isola. Un'altra volta con il Bénetéau, sempre nello stesso punto ma in senso opposto, feci una strambata involontaria tale che sembrò strapparmi vele ed albero, fortunatamente non accadde ma il colpo di Maestrale fu davvero forte.
Questo per dire che in natura tutte le condizioni estreme vanno temute, che sia il freddo o il troppo caldo, il vento sostenuto o la bonaccia, le onde o la calma piatta, bisogna sempre conoscere le conseguenze a cui si può andare incontro. Questo però, e purtroppo, non è possibile perché nel 99,9999% dei casi non accade nulla e se si è troppo prudenti si rischia di rimpiangere una giornata di divertimento. Ma io contrariamente all'opinione comune sono uno di quelli che pensano che siano meglio mille rimpianti che un solo rimorso perché so bene cosa vuol dire averne di questi ultimi. Con questo non voglio insegnare a nessuno, è solo che la natura mi fa spesso paura, non amo ascoltare o leggere racconti di avventure vere o inventate di chi esce con barchini come i nostri con dislocamento massimo di 800 kg con venti nodi di vento, in questi casi "l'imponderabile" è sempre in agguato.

Le ricerche del ragazzo scomparso, da Umbria24


Minox Nautik, tutto in un binocolo

Minox BN 7X50 DC/DCM, dal sito Minox
Molto più che un binocolo questo Minox BN 7X50 DC/DCM ma una vera e propria rivoluzione nel settore degli strumenti ottici per il settore nautico. Infatti, oltre ad essere un ottimo binocolo resistente all'acqua ha integrate nella sua ottica alcune funzioni digitali fondamentali nella navigazione come una bussola in cui è possibile registrare gli spostamenti rispetto alla rotta, il misuratore di distanze e di lunghezze, l'altimetro, il timer, il termometro ed il barometro, questi ultimi due con lo storico delle rilevazioni in modo da poter prevedere l'andamento di una eventuale perturbazione. Insomma, un vero e proprio gioiello al prezzo di 539 €. 
Barometro e timer, dal sito Minox
Via: yacht.de


lunedì 9 luglio 2012

Arbit e C.N. Sant'Andrea organizzano la domenica del modellismo dinamico


L'Associazione ARBIT e il Circolo Sant'Andrea hanno organizzato questa interessante manifestazione tenutasi domenica scorsa nelle acque della darsena pubblica di Castiglione del Lago. Purtroppo non c'ero ma volentieri ne pubblico il video. Aspirina invece, come sempre, è immancabile tra i panorami mozzafiato del Trasimeno.

Aspirina tra i modellini


Bénéteau First Twenty, il ritorno di un grande successo

Il piano velico del First Twenty, da Yacht.de
La rivista Yacht.de ha anticipato il ritorno della piccola del cantiere Bénéteau, il First Twenty. Senz'altro ne parleremo ancora, non appena avremo qualche informazione ed immagine in più. Che dire, par bellissima!
La rivista francese Voilesnews ci fornisce le sue caratteristiche tecniche principali:
Lunghezza: 6.40 m
Larghezza: 2.48 m
Pescaggio: 0.70 - 1.80 m
Peso: 1245 kg
Peso deriva: 300 kg
Progettista: Finot
Gli interni del First Twenty, da Yacht.de


Tra il Tevere e l'Arno


Visualizza Tra il Tevere e l'Arno in una mappa di dimensioni maggiori

Quella che vi propongo oggi è una vacanza assolutamente fuori del comune, insomma nulla a che spartire con i vacanzieri che nelle assolate spiagge di una qualsiasi "riviera" del nostro Bel Paese condividono la loro noia. Il percorso  è ripreso dal primo tratto della Grande Escursione Appenninica - G.E.A. e lo si può fare a piedi, in MTB o a cavallo, circa 80 chilometri tra santuari, fiumi, il lago di Montedoglio, boschi e la magnifica foresta monumentale di Camaldoli. Parlando di Camaldoli, il ben noto santuario benedettino, è obbligo recarvisi poiché quest'anno ricorre il millenario, qui la bellezza dei luoghi e lo spirito della meditazione monastica donano all'animo di chi li visita un senso di pace e di libertà irraggiungibili nelle città dove normalmente viviamo.

Il libro della G.E.A.,  ne consiglio l'acquisto
Per poter fare questa escursione consiglio l'acquisto del libro della G.E.A., escursione che assieme al mio gruppo scout nel corso degli anni ho fatto per intero, lungo tutta la dorsale appenninica toscana. Nella Google Map che ho inserito ho creato alcune varianti come quella del lago di Montedoglio dove ci si può fermare qualche giorno per fare vela al Circolo del Remo e della Vela, magari con un piccolo cat gonfiabile di cui abbiamo parlato più volte, o una canoa a vela come il sailyak. Poi passando per l'Eremo di Monte Casale via verso Caprese Michelangelo, il paese natio di Michelangelo Buonarroti il più grande artista di tutti i tempi,  i boschi di Fragaiolo, il Santuario della Verna e da qui tutta la parte casentinese con Badia Prataglia ed infine per concludere con l'imponente foresta monumentale di Camaldoli e il suo Santuario. 

Il Santuario della Verna, visto dal sentiero della Beccia
Nella foto sopra si vede il Santuario della Verna visto da sotto, lungo il sentiero della Beccia. Questo sentiero l'ho fatto in ogni modo, di notte fonda, di giorno, col sole battente, con la neve alta un metro, col vento o la calma piatta, arrivare alla Verna è sempre stata un'esperienza meravigliosa pensando a San Francesco, alla sua fede e alla sua storia.


Io, sulla sinistra, sotto la croce della Verna nel 1989 col mio gruppo scout. Ci trovammo lì per caso.
Una vacanza bellissima all'insegna della meditazione, della contemplazione ed alla ricerca di se stessi, cosa esiste di meglio?


Circolo del Remo e della Vela di Montedoglio
Arrivati a Sansepolcro, prima dell'inizio di questa vacanza, non dimenticatevi di andare a vedere il dipinto più bello e più importante del mondo: la Resurrezione di Piero della Francesca.

Immagine tratta da Wikipedia


domenica 8 luglio 2012

Velocino nautico


Il Velocino è una bicicletta del tutto originale realizzata in Italia negli anni '30, sembra commissionata dallo stesso Mussolini. Allora non ebbe il successo che meritava ma di recente è stata brillantemente riproposta da ABICI Italia. Secondo me è una piccola bicicletta ottima da portarsi dietro in barca, soprattutto quelle d'epoca, perché occupa pochissimo spazio ma è anche la bici ideale per fare Sailonbike perché può far rientrare la lunghezza del "treno" entro i 3.5 metri, come previsto dalle leggi italiane, se si volesse trasportare un dinghy rigido di 8 piedi.

Velocino, bellissima e pratica, dal sito ABICI
A me piace da matti, qui potete trovare qualche informazione in più sulla sua storia:  Velocino, una curiosissima bicicletta. E con quale barca pensate che abbinerei una bicicletta cosi? Ovviamente l'Hansa Jolle di Abeking & Rasmussen, insomma come il cacio con le pere.

Hansa Jolle, dal sito HD Fricke & Dannhus
E perché no, magari con un Tweed Dashing Brigantine addosso. Cacio con le pere e maccheroni!.

Dal sito Adventures in Tweed
Dimenticavo, anche il Velocino si porta in una borsa.

Dalla brochure del Velocino


sabato 7 luglio 2012

E che Seascape 27 sia!


E se il Seascape18 rimane una barca estremamente interessante per la sua eccezionale trasportabilità, il campeggio nautico e la regata questo nuovissimo Seascape27 lo è ancora di più per tutti coloro che a queste doti vogliono aggiungere la crociera. Dalle linee e caratteristiche tecniche di rilievo credo che possa definirsi, assieme a poche altre, il natante a vela del futuro: versatile, sicuro ed economico dal punto di vista gestionale.

Il Seascape 27 in navigazione
Queste sono le sue caratteristiche tecniche principali, come da BROCHURE:
Lunghezza: 7.99 m
Larghezza: 2.54 m
Peso: 1150 kg
Peso zavorra: 550 kg
Pescaggio: 0.85 - 1.95 m
Sup. velica: 37 mq
Che altro dire: notevoli gli spazi e il motore entrobordo per essere ancora una barca carrellabile ma soprattutto è davvero bella!

Il Seascape 27 sul carrello

venerdì 6 luglio 2012

Temporalone estivo

In arrivo il temporale con relativa buriana
Ma guarda! Tra Scipione, Caronte, Minosse e fra qualche giorno Lucifero dovevo proprio andare a beccare la giornata con il temporale per fare la passeggiatina con Aspirina. Comunque è sempre bello rivederla, ho colto l'occasione per fare una gita al bel Trasimeno, dare una pulita e chiedere al Materazzi di controllare il motore per compilare il certificato obbligatorio ai fini della navigazione sul lago. Purtroppo sono le cose che accadono a chi non ha la fortuna di abitare dove si tiene la barca, il meteo è imprevedibile.

Io che lustro
E mentre io lavoravo Elena si scattava una foto.

Poteva anche dare una mano
Ben riuscita!

Gli passava la voglia di ridere se si usciva con la buriana
Sarà per la prossima.

Aspirina, che barca!
Via sennò si ingelosisce, che moglie!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...