venerdì 28 ottobre 2016

Censimento delle barche tradizionali dell’Emilia-Romagna (e dintorni)

Dal Museo della Marineria di Cesenatico
Giro con piacere così come mi è pervenuto.

Da alcuni anni il Museo della Marineria sta portando avanti un progetto di censimento (per varie ragioni si è preferito usare questa parola al posto di “catalogo” o “registro”) delle barche tradizionali dell’Emilia-Romagna, in realtà con alcune divagazioni esterne sempre riferite a tipologie di barche tradizionali adriatiche. Il progetto ha avuto inizio su impulso della Regione Emilia-Romagna - Servizio Turismo, nell’ambito di un progetto europeo, ed è poi proseguito utilizzando il lavoro di elaborazione di una scheda di censimento portato avanti dall’AMMM (Association of Maritime Mediterranean Museums). In questo caso, il censimento è limitato alle barche tradizionali di un’area di costa (ed acque interne) definita, e rappresenta dunque una prima occasione di verifica sperimentale che, dopo una fase iniziale durata alcuni anni, intendiamo proporre all’attenzione di tutte le persone interessate a questo tema che riteniamo fondamentale: le barche tradizionali sono autentiche testimoni viventi della cultura del mare, e solo conoscendo l’estensione e la varietà di questo patrimonio culturale – ancora purtroppo non adeguatamente riconosciuto – potremo iniziare a considerare le azioni necessarie alla sua salvaguardia e valorizzazione. Il database è stato realizzato in proprio a titolo sperimentale ed è ospitato su un server messo a disposizione dal Museo della Marineria di Cesenatico. 

Il censimento, insieme ad una sintetica presentazione, è consultabile alla seguente pagina web: 

www.archivimmc.eu/cbr_index.html

Vi preghiamo di collaborare segnalando aggiornamenti, errori, inserimenti, etc. con le modalità indicate.



mercoledì 26 ottobre 2016


martedì 25 ottobre 2016

SV14 Project, an affordable open sailing boat for disabled sailors

Dal sito dell'SV14
Tutto è iniziato il 29 ottobre 2015, Peter Jacops, un ispettore CE, specialista per la certificazione di yacht, ha postato sulla sua  pagina Facebook la richiesta generica ad un progettista se sarebbe stato disponibile ad aiutarlo a creare una barca a vela a basso costo per disabili, accessibile a tutti. I designer Alex e Marten Simonis Voogd hanno raccolto questa sfida .... (Dal sito SV14 Project).

.... e ne sta venendo fuori un progetto fantastico.

Dal sito dell'SV14
Oltre la linea filante decisamente bella, non comune in questo tipo di barche, di notevole interesse sono le sedute mobili.

Dal sito dell'SV14
L'SV14 Project sta cercando sponsor, in particolar modo nei Rotary Club e tra tutti coloro che hanno la possibilità di contribuire a questo tipo di progetti. Se potete partecipate!

Dal sito dell'SV14

lunedì 24 ottobre 2016

T.A.C.S. Marinara

Dal sito T.A.C.S.
T.A.C.S. un’eccellenza toscana nel mondo 
Cinquant’anni di successi, un prodotto d’eccellenza e l’amore per un panno che affonda le sue radici nel Medievo: questa è TACS, orgoglio toscano del Made in Italy nel mondo. ..... TACS rappresenta oggi un’eccellenza produttiva capace di affascinare fasce sempre più ampie ed esigenti di clientela.

Il Panno Casentino 
Sfruttato per le sue caratteristiche di robustezza già dal medioevo come copertura per bestie da soma e tessuto per i sai dei Francescani, il Panno Casentino trova la sua fortuna a partire dal 1700, allorché divenne produzione prediletta per i numerosi lanifici sorti nella vallata. ...

Noi ci serviamo al negozio T.A.C.S. di Poppi in Via Conti Guidi, in Casentino, dove si fanno prezzi di fabbrica. Prezzi paragonabili a quelli di qualsiasi catena di grossa distribuzione con una qualità e una bellezza decisamente superiori.

T.A.C.S. Marinara può essere scelta in vari colori compreso il blu, ma l'arancio T.A.C.S. è d'obbligo.




mercoledì 19 ottobre 2016

Wave Chaser, a windsurfer catamaran

Dal sito Wave Chaser
Wave Chaser, interessante questa soluzione di creare un catamarano "ibrido" con armo "biplano" unendo due windsurf, ancora in fase di collaudo.
Anche se il Wave Chaser funziona come un catamarano a doppio scafo, è in realtà composto da due scafi separati, collegati utilizzando una piattaforma centrale rialzata. Quando sono collegati, i due scafi creano il catamarano che vedete nella foto, ma quando separati, essi possono essere utilizzati come tavole stand-up paddle o singoli windsurf.

Dal sito Wave Chaser
Queste sono le sue caratteristiche tecniche principali:
Lunghezza: 410 cm
Larghezza: 220 cm
Peso: 67.6 kg (ma si vuol raggiungere un peso max di 50 kg)
Superficie velica: 9 mq
Capacita: 180 kg



Veramente bello, quando la fase di prototipazione sarà terminata si saprà qualcosa di più anche sul prezzo.

Via: Newatlas

martedì 18 ottobre 2016


lunedì 17 ottobre 2016

Novità: Yamaha F2.5, il fuoribordo portatile

Yamaha F2.5 ECO, dal sito Yamaha
"Il modello F2.5 Yamaha è di ultima generazione, è la perfetta soluzione per uscire senza pensieri, trasformando anche il più breve viaggio in barca in un’avventura unica. 
Questo popolare modello portatile, dalle nuove forme intelligenti, ora è ancora più pulito e più silenzioso e offre una serie di nuove funzionalità. 
Fonde la tecnologia Yamaha con la massima potenza ottenibile, con tanta energia, eccellente praticità e facile manovrabilità. 
Inoltre, è il motore ausiliario ideale per i proprietari di yacht. 
La possibilità di più posizioni di stoccaggio, il comodo serbatoio del combustibile che consente di vederne il livello e i comandi ottimizzati e intuitivi, tutti facilmente raggiungibili, si uniscono a una maniglia di trasporto nuova, più grande e confortevole: questo modello a 4 tempi è la scelta più intelligente che mai" (dalla brochure Yamaha)
.
Queste le sue caratteristiche tecniche principali:
Motore: 4 tempi
Cilindrata: 72 cc
Capacità serbatoio: 0.9 litri (con possibilità di serbatoio ausiliario)
Peso con elica: 18 kg
Prezzo: 900 €



domenica 16 ottobre 2016

La storia di Chiara sul Lago di Caldonazzo

Da TG2 Storie
Su TG2 Storie del 16/10/2016 potete vedere la storia di Chiara Soma che ha scoperto la vela dopo essere rimasta in carrozzella a causa di un grave incidente stradale. Si parla di lei dal minuto 31.00 fino al 33.40 circa.  
Il lago dove Chiara naviga è il lago di Caldonazzo in Trentino, grazie al sostegno della Cooperativa Arché.
Le barchine a vela che si vedono navigare sono gli Access Dinghy di cui abbiamo parlato un po' di tempo fa.



Belli e imperdibili il volto e la serenità di Chiara.



mercoledì 12 ottobre 2016


martedì 11 ottobre 2016

Carrelli, come bilanciare il peso



La stagione è finita e per coloro che hanno la fortuna e lo spirito d'iniziativa di riportare la propria barca in giardino dall'ormeggio estivo è giunto il tempo di caricare la barca sul rimorchio e .... via. Però non bisogna mai dimenticarsi degli equilibri che entrano in gioco nel posizionare correttamente l'imbarcazione sul carrello e il video che vi propongo oggi è molto significativo. Come si vede basta spostare un po' troppo il peso indietro che lo sbandamento dell'auto aumenta considerevolmente.
Non lasciatevi mai prendere dalla fretta degli operatori alle gru, o da chi attende davanti allo scivolo.

Lo yacht sotto casa, un sogno mai sopito
Via: zagle.com


lunedì 10 ottobre 2016


domenica 9 ottobre 2016


venerdì 7 ottobre 2016


mercoledì 5 ottobre 2016



lunedì 3 ottobre 2016

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...